[GIRO DELLA TOSCANA], L’ARTE E LA CULTURA SUL PERCORSO: MUSEO DI SAN CASCIANO

[GIRO DELLA TOSCANA], L’ARTE E LA CULTURA SUL PERCORSO: MUSEO DI SAN CASCIANO

La chiesa del Suffragio fu sede fin dal 1989 del Museo d’arte sacra, creato per garantire la conservazione e la fruizione delle opere prima sparse nelle chiese nel Vicariato di San Casciano: nell’allestire il museo fu rispettato il carattere di luogo di culto dell’edificio, tuttora saltuariamente officiato. Sugli altari furono lasciate le opere originarie, ancora oggi al loro posto: sul lato sinistro una Crocifissione del XVII secolo e sul lato destro una copia della Pala Pucci del Pontormo. L’altare maggiore è arricchito da una Vergine col Bambino di Lippo di Benivieni (1310) e da due Angeli in legno intagliato (XVIII secolo) provenienti dalla chiesa di San Pietro a Pergolato.

Nella chiesa furono poste altre opere d’arte quali un Crocifisso ligneo di scuola senese del XIV secolo proveniente dalla chiesa di San Pier di Sotto posto nell’abside, mentre nell’adiacente ambiente che collega la chiesa con la sacrestia è stata posta una Madonna in marmo policroma attribuita a Gino Micheli.

Inoltre alle pareti laterali della chiesa sono poste l’Incoronazione della Vergine (datata 1476 e 1481), opera commissionata a Neri di Bicci dai Giandonati per la Pieve di San Giovanni in Sugana; un dipinto Sant’Antonio abate, san Sebastiano e san Rocco con due angeli del Maestro di Tavarnelle (1510 – 1515 ca.) proveniente dall’oratorio della Pieve Vecchia; la tavola del XVI secolo raffigurante la Vergine tra i Santi Pietro e Paolo proveniente dalla chiesa di San Pier di Sopra; inoltre sono presenti una copia della Madonna Pinti di Andrea del Sarto e Il miracolo di San Nicola di Pier Dandini.

Successivamente alla precedente raccolta di arte sacra sono state affiancate una sezione archeologica e una sezione dedicata alle abitazioni primitive; il nuovo museo, ora chiamato Museo di San Casciano, è stato inaugurato il 20 settembre 2008. Dal 10 maggio 2015 il museo è intitolato al pittore Giuliano Ghelli.

(Wikipedia)