[GIRO DELLA TOSCANA], L’ARTE E LA CULTURA SUL PERCORSO: Villa Poggio Torselli

[GIRO DELLA TOSCANA], L’ARTE E LA CULTURA SUL PERCORSO: Villa Poggio Torselli

La villa è già ricordata nel catasto del 1427 con l’attuale nome ed era allora di proprietà della famiglia Machiavelli. Nei secoli successivi la proprietà passò agli Angiolini, ai Corsini, ai Macalli ai Capponi; nel XVIII secolo appartiene agli Orlandini del Beccuto ed infine agli Antinori.

Fu questa famiglia che nel 1702 incaricò l’architetto Lorenzo Merlini di trasformare il precedente fabbricato che, secondo Guido Carocci, era stato costruito dalla famiglia dei Da Casavecchia, nell’odierna struttura.

Nella sua storia l’edificio ospitò Papa Pio VII quando fu chiamato da Napoleone in Francia per la sua incoronazione. La villa è appartenuta alla famiglia Braccagni Maggiali fino al 1999 quando è stata venduta al presidente del Palermo calcio, Maurizio Zamparini.

La villa consta di un ampio fabbricato rettangolare con due ali che ospitano locali di servizio. Non è presente il cortile interno sostituito da un salone che occupa in altezza tutta la parte centrale del fabbricato. Un suggestivo viale di cipressi conduce al suo accesso, formando una prospettiva che si allarga poi a tutta l’elegante facciata in un ampio piazzale semicircolare.

(Wikipedia)