I Templari in Chianti Sud, una nuova avvincente indagine

Il Sud è conosciuto in tutto il mondo come terra di , di e di relax. Ma al di la’ di queste semplici apparenze, la regione conserva i ricordi di un passato misterico e complesso. Al paganesimo degli Etruschi, di cui rimangono tracce tangibili ma enigmatiche, si sono sovrapposte ulteriori forme di religiosità: l’arianesimo dei Longobardi, il Culto delle Acque di Eufrosino, ed una serie d’interessanti esperienze eremitiche.

Anche dopo l’affermazione definitiva del Cristianesimo, in Chianti non si è mai perso il senso di una religiosità naturalistica e universale. Riscoprire il passato di queste terre, e forse la sua latente ambiguità, è necessario se non vogliamo che l’essenza del Chianti scompaia dietro le solite “immagini da cartolina”. Nel caso di Eufrosino, le antiche istanze sembrano essere identificabili. Comunque, lo sono più che in altri casi in cui tocca affidarsi ad una maggiore dose di fantasticheria.
La vitalità del culto di Eufrosino, riscoperto e rivalutato almeno in altre tre circostanze storiche nell’arco degli ultimi 1200 anni, conferma la continuità di un sentimento che ha radici antichissime. Forse non a caso, nella zona interessata dalla presenza del santo, sembra si stanziarono eremiti ed ex- nei periodi bui delle persecuzioni.

Fonte