Repubblica di Siena

La Repubblica di nasce nel 1125, anno in cui viene deposto il vescovo, allora a capo della città e del contado attorno ad essa. Viene eletto un Governo Consolare per governare lo Stato Senese nei suoi primi anni di vita: nel 1125 viene nominato Manco, primo Consul Saenensis. Convenzionalmente viene indicato il 1186 come l’anno del riconoscimento ufficiale del nuovo Stato da parte del Sacro Romano Impero, anno in cui l’Imperatore Federico Barbarossa concede la possibilità di battere moneta e di eleggere liberamente i consoli.
Nel 1199 il Governo Consolare viene sostituito dal Governo Podestarile, retto per la prima volta da Malapresa da Lucca.
Nella prima parte del XIII secolo Siena stringe alleanza con Perugia, Orvieto, e con gli Aldobrandeschi. Nel 1228 viene sancita un’alleanza con Pisa, Pistoia e (chiamata Poggio Bonizio). Gli scontri con si susseguono, nel 1201 viene sancita la Pace di Fonterutoli, rotta però pochi anni dopo da . Nel 1224 Siena conquista Grosseto, allargando così i confini territoriali della Repubblica Senese. Dieci anni più tardi viene instaurato il Governo dei Ventiquattro.

Wikipedia